Perché adesso tante leggi che peggiorano la sorveglianza?

Sono numerosi gli stati che discutono, in questi mesi, nuove leggi relative ai servizi segreti: Francia, Regno Unito, Svizzera, Canada ed Australia, per citare alcuni. La coincidenza può già bastare, da sola, per suscitare l'attenzione, ma porsi delle domande diventa naturale quando si nota il tenore di questi testi: gravemente lesivi dei diritti dell'uomo, liberticidi ed intrusivi, non ci saremmo aspettati di vederli proposti dopo le rivelazioni permesse da Edward Snowden. Perché, dunque?

Benjamin Bayart è stato presidente del più vecchio FAI francese ancora in esercizio, FDN, presiede FAI francese ancora in esercizio, FFDN e, più in generale, un militante che da anni lotta per la difesa delle libertà fondamentali su internet.

Per la domanda, Benjamin Bayart ha una risposta: può sembrare semplicistica e forse effettivamente non coglie appieno i molteplici fattori che sono entrati in gioco, ma credo che questa sia la sola critica che le si può rivolgere, di essere un'approssimazione per difetto, e non certo di essere falsa.

Secondo lui il convergere di numerosi calendari legislativi su questi temi è connesso a quanto avviene negli Stati Uniti d'America, dove il rinnovo di alcune sezioni del Patriot Act, pietra angolare del sistema di sorveglianza di massa operato dalla NSA è fallito e, più in generale, tutta l'architettura rischia di essere compromessa.

Qual è il legame? Il legame è la cooperazione che unisce i servizi segreti di questi paesi con la NSA, agenzia che collabora, a diversi livelli, con i suoi omologhi di 47 stati stranieri (Italia inclusa).

Grafico delle collaborazioni tra la NSA ed i servizi segreti di altri 47 nazioni. Da http://electrospaces.blogspot.it/2014/09/nsas-foreign-partnerships.html

Grafico delle collaborazioni tra la NSA ed i servizi segreti di altri 47 nazioni. Da http://electrospaces.blogspot.it/2014/09/nsas-foreign-partnerships.html

L'intesa include uno scambio di favori, una parte facilita la raccolta dati dell'altra, ed in cambio ottiene la possibilità di ricevere dati che gli Statunitensi (perché sono sempre loro ad incamerare) vogliono condividere: si tratta, da quello che possiamo dedurre, delle informazioni relative al traffico nazionale.

Se la NSA fosse gravemente indebolita, per i servizi segreti esteri nascerebbe la difficoltà di procurarsi gli stessi dati in altro modo: ecco, quindi, le leggi per consentire a livello locale i crimini commessi dalla NSA e che da due anni a questa parte stiamo scoprendo; ecco tante leggi da fermare.

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.