Novena, il computer ideale

Se dovessi acquistare oggi un nuovo computer la possibilità di smanettare, di aprirlo, guardarlo, ripararlo, modificarlo sarebbe sicuramente una caratteristica che guiderebbe la mia decisione. Se non avessi alcun limite finanziario, sicuramente sceglierei di comprare un Novena.

Novena è un computer che sarà prodotto a breve, decisamente nuovo e diverso dagli altri. Sarà un computer interamente open hardware, piattaforma ARM, particolarmente ben tarato per con Debian. Progetto nato più di un anno fa, sta raccogliendo ordini e fondi sino al 18 Maggio: Domenica.

Un Novena costa $500 per chi volesse solo la scheda; $1195 in versione desktop, ossia senza batteria; $1995 il modello “laptop“, con batteria e SSD; $5000 con un guscio di legno. Chi non vuole o non può comprare un Novena, può comunque sostenere il progetto acquistando una maglietta a $25 o con una donazione da $5, da $30.

Novena è un progetto molto interessante molto promettente ed a mio parere molto ben fatto di cui segnalo solo tre dettagli che mi hanno colpito.

Lo schermo LCD, è rivolto al contrario rispetto a quello che avviene di solito: per poterlo fare funzionare come schermo a muro, con il coperchio chiuso.

Accedere ai circuiti è facile, perché la tastiera non chiude il loro vano, ma è separata. Anzi, è previsto uno spazio, nello châssis, per ospitare nuovi circuiti e schede.

Molti dettagli sono stati pensati proprio nell’ottica di lasciare maggiori possibilità al proprietario: l’alluminio, che forma lo châssis è stato scelto perché permette di essere sostituito in maniera economica, ma anche di essere modificato. Uno dei due autori del progetto ha stampato dei profili di plastica e li ha avvitati sui lati dello schermo perché formino una sorta di cassetto nel quale agganciare la sua tastiera.

novena-tastiera-aggancio

7 Commenti

  1. In questo momento la quota parte di mercato di Linux è dell’ 1.6 %, con processore ARM non saprei.

    Viste le dimensioni e il prezzo dell’ammenicolo in questione direi che le probabilità di successo sono scarsissime.

    Ciao.

    • Thierry, ma che dici!? La quota di quale mercato, calcolato come, tu che sei attento all’ambito francofono, lo sai bene che LDLC propone computer senza sistema operativo e che ne vende? E comunque proprio per il supposto vuoto, c’è spazio, no?

      Ad ogni modo trecentoseimila dollari mi sembra un bell’insuccesso 😉

      D

  2. Ho solo voluto esprimere i miei dubbi, il futuro ci dirà se il prodotto avrà successo. 😉

    Cercati in rete i dati inerenti la quota di mercato Linux e facci sapere.
    Da una mia rapida ricerca è inoltre emerso che il 60 % dell’installato Linux è utilizzato su dei server per cui la quota parte di mercato utenti è ancora più piccola.

    Per di più io non seguo nessun mercato in particolare, non mi interessa, tanto meno quello francofono, mi limito a raccogliere informazioni per potere argomentare il più precisamente possibile.

    Ciao.

    • La mia domanda veniva anche dal fatto che non credo nell’efficacia di queste misurazioni, che siano relative alla vendita: computer venduto senza sistema operativo, come conta?, computer venduto con Windows XP, oggi portato su Debian, come conta?; o che siano fatte tramite statistiche in linea, che molto più facilmente sottostimano Linux.

      Ad ogni modo è già un successo, indubbiamente, visto come è andata: Andrew Huang, bunnie, aveva pubblicato degli interventi, spiegando come contava realizzare un computer open hardware, per sé. Ha ricevuto un gran numero di commenti positivi e richieste, tanto che ha deciso di lanciarsi in quest’impresa: mi sembra già un’evoluzione bellissima.

      D

        • Assolutamente, perché forniscono una rappresentazione della realtà dinamica e non statica, al tempo stesso rappresentano solo utenti che non mascherano il loro sistema operativo; la percentuale di persone che lo fanno è verosimilmente maggiore su Linux che su altri sistemi operativi, e quindi la sua fetta è probabilmente sottostimata. Resta comunque indubitabilmente bassa, certo, ma io delle misurazioni non mi fido (e, confesso, non mi interessano).

          D

  3. Pingback: Congratulazioni, Novena! | Signor D

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.