Markdown, per semplificare i blog

Conoscete probabilmente tutti Markdown, il formato per scrivere dei documenti di testo ed il programma per convertirli in HTML, ma per chi non fosse ancora pratico dello strumento, qui un assaggio.

La sintassi di Markdown

Il diesis, #, indica che quello che segue è un titolo.

# = titolo di primo livello
## = titolo di secondo livello
### = titolo di terzo livello
…
###### = titolo di sesto livello.

L’asterisco, *, viene usato prima e dopo una parola (o una frase) perché venga resa in
*corsivo* = corsivo
**grassetto** = grassetto

Questi elementi della sintassi, delle soluzioni alternative, e gli altri sintagmi (rinvio ipertestuale, citazione, liste numerate e non, blocchi di codice) sono spiegati in maniera chiara qui.

Uno strumento per i blog che rinnova i blog

Markdown, realizzato dall’autore di un blog, alla scrittura, soprattutto per blog è destinato. Ma oltre a facilitare il lavoro di stesura, lo strumento ha anche stimolato la nascita di un nuovo modello di blog.

Calepin, DropPages, Scriptogram e Pancake sono delle nuove proposte (relativamente, visto che ne abbiamo parlato sul Forum di Tevac già nel 2011) che permettono di avere un blog in pochi passi: ci si iscrive e si collega il servizio a Dropbox. Quando un articolo è pronto, basta salvarlo nella cartella di Dropbox dedicata al blog, e sarà pubblicato (oppure c’è da segnalare al blog di andare a recuperare l’articolo).

È appena nato un nuovo servizio di questo genere, Skrivr, al quale si accede (almeno per ora), solo su invito. Ne ho uno a disposizione, e sarò felice, se qualcuno è interessato, di mandarlo alla prima persona che lo richiederà nei commenti. Se per caso qualcuno rimanesse a bocca asciutta, nessuna amarezza: fate vela sulle alternative già citate!

L’amarezza è bandita, però nulla ci vieta di indirizzare un pensiero di riconoscenza a Aaron Swartz, che molto collaborò alla definizione di Markdown e che forse tante altre cose avrebbe potuto ancora regalare al mondo.

9 Commenti

  1. Ciao io, se lo avessi ancora, sarei felice di provarlo.

    Ho usato calepin e scriptogr.am e prima di imbarcarmi in statamatic preferirei qualcosa di più semplice.

    In ogni caso grazie per la segnalazione

    Fabio

  2. Prendo nota. Sto meditando di tornare nell’areana, come tanto tempo fa. Magari potrebbe persino servirmi….Grazie per l’articolo. Ho preso nota. Non si sa mai….

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.